Una nuova opportunità per le trasmissioni radio nel prossimo JOTA-JOTI?

Come molti radioamatori già sanno, da novembre sarà possibile anche in Italia usare la banda dei 60 metri per uso radioamatoriale. Nonostante la WRC del 2015 avesse raccomandato a tutti i paesi di aprire questa banda ai radioamatori, l’Italia ancora non aveva fatto nulla… ma finalmente, da novembre questa banda sarà autorizzata.

Quali sono i vantaggi di questa banda? Ha una buona propagazione nella stagione fredda e soprattutto la sera, e questo la rende utile per trasmissioni serali durante il JOTA-JOTI. Inoltre, c’è un altro vantaggio non indifferente. Tutti gli anni, le nostre comunicazioni soffrono per colpa del WAG, un contest tedesco che occupa quasi tutto lo spettro allocato ai radioamatori… ma NON sui 60m (nonostante questa banda sia stata autorizzata in Germania già dal 2016!).

Quali sono gli svantaggi?

Il primo è che la banda è strettissima (solo 15 kHz), il che può portare facilmente alla congestione già con quattro stazioni. Va detto che questo è un problema solo in alcuni paesi; ad esempio i radioamatori britannici possono usare ben 150 kHz di spettro in questa banda… e lo stanno facendo da tempo.

Inoltre, al momento, manca una “frequenza mondiale scout”. Stavo pensando di scrivere ufficialmente al coordinatore mondiale JOTA-JOTI per chiedere che venga stabilita una frequenza del genere anche nella banda dei 60 metri.

Prima di scrivergli, però, aspetto commenti. E` utile? Ci sono altri argomenti a favore da portare nella richiesta?

Gino

_______________________________________________
Jotajoti-annunci mailing list
Jotajoti-annunci@scoutnet.org
http://list.scoutnet.org/lists/listinfo/jotajoti-annunci

Questa voce è stata pubblicata in Archivio Mailing List. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.